h1

Benkler, Blue Gene e l’innovazione aperta

Maggio 31, 2007

Negli States si parla sempre più spesso di open innovation, cioè di quei processi di innovazione aperti alla collaborazione del mondo esterno alle aziende.

Npr, la radio pubblica, fa l’esempio di BlueGene, il supercomputer di Ibm: un investimento gigantesco che non fa una lira di utile, ma viene messo a disposizione di persone esterne all’azienda. Per esempio ricercatori che lo usano come centro di calcolo.

Il ritorno, per Ibm, è rappresentato dai feedback degli utenti, che cedono gratuitamente i propri consigli e le proprie competenze. Secondo Yochai Benkler, intervistato proprio da Npr, Ibm “ha capito che il mondo sta diventando troppo veloce, troppo complesso troppo reticolare perché qualunque azienda possa trovare al suo interno tutte le risposte” di cui ha bisogno.

Lascia un Commento